TRATTAMENTO TERMICO
Lo scopo del trattamento termico è quello di modificare in meglio le proprietà del materiale (proprietà strutturali, meccaniche, tecnologiche)
Ad esempio, può cambiare la durezza (proprietà tecnologiche)

Il trattamento termico interviene anche sui costituenti del materiale(grani a-b e anche alfa e beta, soluzioni solide). Col trattamento termico gli atomi passano da un grano all' altro, e il grano si ingrandisce o si riduce.
In un acciaio è meglio avere un grano fine invece che grosso e il trattamento serve a questo.

Alcuni trattamenti modificano le composizioni chimiche, cambiano le percentuali degli elementi aggiungendo o togliendo atomi.
Due trattamenti termici che modificano la composizione chimica sono:
-nitrurazione
-cementazione

Quando si fanno i trattamenti termici?
E' riferito alla vita dell'oggetto.
Preliminare: trattamenti fatti prima della lavorazione (ricottura: rende il materiale più lavorabile)
Intermedio: trattamento fatto durante il ciclo di lavoro (tempra)
Finale: è quando il trattamento lo si fa alla fine del ciclo di lavoro (nitrurazione: aumento durezza superficiale)

Per portare in tolleranza il pezzo si fa la rettifica. La rettifica si fa per avere superfici con bassa rugosità.

RICOTTURA (preliminare)
E' un trattamento preliminare che agevola la lavorazione. Il suo scopo è quello di eliminare le distorsioni interne.
La ricotture si può usare per cancellare gli effetti di un trattamento termico.
Può aumentare la dimensione dei grani e abbassare la resistenza.

(GRAFICO)

La ricottura si fa sapendo che il materiale arriva che deve essere trattato.
Il termine usato per il materiale deformato plasticamente è l'incrudimento.
Le superfici esterne essendo schiacciate diventano più dure di quelle esterne.
L'incrudimento determina l'incremento della durezza del materiale.
Se si lascia raffreddare in forno il grano è più grosso, in aria è più fine.

La laminazione causa incrudimento, quando il pezzo passa tra i rulli del laminatoio oppure l'incrudimento è dato dalla trafilatura o l'estrusione.

Durezza: resistenza alla penetrazione (prove: Brinell, Vickers, Rockwell)

TEMPRA
La tempra è un trattamento fondamentale perché indurisce il materiale, aumenta il carico di rottura (resistenza).
La tempra è un trattamento importante ma anche difficile da fare.

Austenizzazione: temperatura che deve raggiungere tutto il pezzo (Fe gamma)

(GRAFICO)

Nella tempra la permanenza deve durare il meno possibile, finchè arriva in temperatura il nucleo.

Raffreddamento: può essere lento, se la temperatura cambia di alcuni gradi all'ora
Velocità intermedia: qualche decina di gradi al minuto
Veloce: centinaia di gradi al secondo

La tempra subisce un raffreddamento veloce.

MEZZI DI RAFFREDDAMENTO:
-aria
-liquido(H2O, olio, bagni di sale)

Generalmente la tempra usa il raffreddamento ad olio.
Si raffredda velocemente perché cosi il ferro gamma riesce a mantenere il carbonio.
Si dice martensite poiché trattiene il carbonio nelle celle, se si lascia raffreddare lentamente il carbonio esce.

Martensite: ferro gamma sovrasaturo di carbonio

Lo scopo della tempra è ottenere la martensite.
Il difetto della tempra è che deforma il pezzo e serve rettificare.

BAINITE
La bainite è ferro alfa sovrasaturo di carbonio.
E' meno duro della martensite e si ottiene raffreddando più lentamente.
Raffreddando più lentamente è più facile e c'è meno rischio che si rompa il pezzo.

VELOCITA' CRITICA
E' un fattore discriminante che determina il risultato della tempra che può essere martensite o bainite.
La velocità critica è la velocità di raffreddamento che permette di fare la tempra.
Per fare la tempra bisogna essere più veloci della velocità critica: martensite
Se si supera la velocità critica si ha bainite (più lento della velocità).


There are no comments on this page.
Valid XHTML :: Valid CSS: :: Powered by WikkaWiki